Appello cittadino per una mobilitazione antirazzista e antifascista sabato 13 dicembre

Da Assembleantifascistabologna

Il 12 dicembre saranno passati 39 anni da quando una bomba piazzata da
un gruppo di neofascisti spalleggiati dai servizi segreti fece 16 morti
e 87 feriti nell’atrio della Banca dell’Agricoltura, a Milano. Tre
giorni dopo un "malore attivo" e un volo dalla finestra della Questura
suicideranno il ferroviere anarchico Giuseppe Pinelli.
Il 6 novembre 2008, a Genova, al riparo dai riflettori della Storia, un
migrante algerino accusato di borseggio, Aufi Farid, è volato dalla
finestra di una stazione dei carabinieri ed è morto. Quello che si sta
chiudendo è stato un anno insanguinato da xenofobia e squadrismo:
Nicola Tommasoli ucciso dai fascisti a Verona, Abdoul Guibrea Milano
massacrato per un pacco di biscotti, Emmanuel Bonsu pestato brutalmente
dai vigili urbani a Parma, gravi aggressioni ad attivisti dei movimenti
a Roma, Pesaro, sul treno Ancona-Rimini. La notte tra il 14 e il 15
novembre a Bologna, sotto le due torri, quattro bonehead forzanovisti
hanno ferito due giovani, uno in modo grave, colpevoli di un look
sgradito e di essersi dichiarati comunisti.
A lui e agli altri aggrediti va tutta la nostra solidarietà.
La violenza dei pubblici poteri e la violenza fascista non hanno mai
allentato la loro stretta. Se ieri era la Strategia della Tensione,
oggi è una Strategia della Paura ad alimentarle. Paura che la retorica
securitaria scatena verso chiunque appaia diverso, perché straniero,
per la sua identità di genere, per una maglietta sbagliata, per il suo
modo di vestirsi o di tenere i capelli.
E "dalla strategia della tensione alla strategia della paura",
raccogliendo una proposta della Rete Antifascista Metropolitana di
Roma, è stato il filo conduttore di iniziative diffuse in varie città
italiane il 12 dicembre 2007. A Bologna un corteo comunicativo ha
attraversato i quartieri Barca e S. Viola, dove i movimenti operai,
antagonisti e libertari bolognesi mancavano da decenni.
Quest’anno riteniamo più che mai urgente e necessaria una presenza di
piazza antirazzista e antifascista nell’anniversario della strage di
Piazza Fontana. Essendo stato proclamato per il venerdì 12 lo sciopero
generale, proponiamo a reti, collettivi, singoli, di costruire per
sabato 13 dicembre una mobilitazione cittadina e plurale che attraversi
nuovamente i quartieri S. Viola e Barca. Un momento di comunicazione e
presa di parola perché non prevalga il silenzio dell’oblio e
dell’intolleranza.

Circolo Arci Iqbal Masih
Lista Reno per il rilancio dello stato sociale
Assemblea Antifascista Permanente
Circolo anarchico "Camillo Berneri"
Associazione Politica e Classe di Bologna
Collettivo femminista Figlie Femmine

(adesioni aggiornate al 30/11/08 ore 15.30)

per aderire: aap-bologna at riseup punto net

This entry was posted in Antifascismo, Manifesta!. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *