RISCHIO DI SGOMBERO PER L’AMBULATORIO MEDICO POPOLARE DI MILANO

Il collettivo mai stat@ zitt@ ci ha inviato una mail con il comunicato dell’Ambulatorio Medico Popolare di Milano che rischia di essere sgomberato, con richiesta di risarcimento danni. Come ci dicono le mai stat@ zitt@ dal 1995 al 2000 l’AMP aveva ospitato un consultorio autogestito, che ora il collettivo mai stat@ zitt@ aveva in progetto di riaprire e in cui aveva intenzione di mettere la sede del comitato per la campagna "obiettiamo gli obiettori".

Di seguito pubblichiamo il comunicato dell’AMP :

Qualcuno crede che siamo alla fine di un percorso partito tredici anni fa,
una follia in un mondo dove tutto si misura col denaro: un ambulatorio
gratuito per il diritto alla salute.
Si trova nei locali, per quasi due decenni lasciati in totale abbandono, al
piano terra della storica casa occupata in via dei Transiti 28, Milano.
3600 persone visitate, 30 visite gratuite ogni settimana, migliaia di ore
spese da decine di volontari e volontarie. Il tutto con la spesa di poche
centinaia di euro l’anno, auto-finanziate e in totale indipendenza da
partiti ed istituzioni.
Questo e’ l’Ambulatorio Medico Popolare . Questo è quanto non capirà mai il
sig. Ciro Bigoni che ha comprato i locali per poche lire nel 2003, solo per
fare un buon affare a scapito di una battaglia che rivendica un diritto
fondamentale, il diritto alla salute.
Aveva già provato a farci causa con l’assurda accusa di esercizio abusivo
della professione medica che ha ovviamente perso. Ora però chiede lo sfratto
ed i danni, ed il tribunale gli da’ ragione: deve poterci mettere il suo
negozietto, dovremmo andare via entro il 15 luglio 2008 pagandogli oltre
13.000 euro di danni.
Quasi 1000 euro per ogni anno passato a togliere le castagne dal fuoco ad
uno stato imbelle ed ipocrita, in una regione dove non sono garantiti
neppure i diritti sanitari essenziali sanciti dalla legislazione nazionale.
Perche’ mai l’unica legge che debba prevalere sia quella del profitto non lo
capiremo e non lo accetteremo mai.

Facciamo appello a chi voglia sostenere questa battaglia a mettersi in
contatto con noi.

per contatti ed adesioni _ambulatorio.popolare@inventati.org <mailto:
ambulatorio.popolare@inventati.org>_

This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *